Eric Topol è l’Autore del libro. E’ un cardiologo dello Scripps Research Institute, genetista e pioniere nella medicina cardiovascolare.
Questo libro mi fu suggerito da un collega qualche tempo fa, e secondo lui era la miglior sintesi oggi disponibile sull’Intelligenza Artificiale in healthcare.
In Deep Medicine l’Autore spiega come l’intelligenza artificiale ha il potenziale per trasformare tutte le attività svolte dai medici relative alla diagnosi e al trattamento dei pazienti. Mette in evidenza come grazie allo sviluppo dell’AI non solo sarà possibile migliorare diagnosi e cure, ma i medici avranno più tempo da dedicare ai pazienti.
Tempo che oggi viene sottratto a compilare cartelle cliniche, analizzare dati, scrivere appunti senza più riuscire a guardare il paziente e stabilire con lui un rapporto umano.
“Usare il futuro per ritornare al passato”, dice Topol in un’intervista al New York Times.
Il libro è solo in lingua inglese, ma è davvero interessante e penso che valga la pena leggerlo!